Crema sia "Città dell’innovazione"

Degli Angeli e Draghetti (M5S): "Al lavoro per una città innovativa, etica, sostenibile, attenta ai bisogni degli anziani e che dia spazio ai giovani e alle startup innovative."


"Crema Città dell'Innovazione".

Questa la proposta del Movimento 5 Stelle Cremasco. Ce ne parlano il Consigliere Regionale Marco Degli Angeli ed il Consigliere Comunale Manuel Draghetti.

"Lavoriamo ad un progetto partecipato per un territorio che possa essere innovativo, etico, sostenibile, attento ai bisogni degli anziani e che dia spazio ai giovani, alla ricerca e alle startup innovative. Così si guarda al futuro e si creano posti di lavoro."

Per Degli Angeli “La nostra Città, non solo avrebbe le dimensioni adatte e le potenzialità per poter avviare un vero processo coordinato per diventare una VERA Smart City, ma, grazie alle competenze e alla tradizione del territorio Cremasco, ha tutte le carte in regola per diventare Hub e Città dell'Innovazione di unicità Regionale e Nazionale. Il centro nevralgico di questo progetto dovrà essere l’area della nostra Università, della Pierina e dell'ex Olivetti, per poi coinvolgere gli altri quartieri cittadini fino ad allargarsi agli altri Comuni dell’area omogenea Cremasca (sfruttando anche la banda larga), valutando anche la possibilità di abilitare zone con deroghe normative in accordo con le Leggi Nazionali e Nazionali per favorire l’insediamento di Startup Innovative.

Puntiamo ad una Innovazione tecnologica, etica, sostenibile, accessibile, diffusa e partecipata. Abbiamo portato la progettualità ai tavoli minosteriali.La nascita di Centro di Ricerca Operativa, un unicum a livello internazionale ed un punto di riferimento per tutta l’area del mediterraneo grazie alla trasversalità delle materie (sanità, meccatronica, cosmesi, ricerca, ecc.) è elemento fondamentale

e su cui il M5S Cremasco ha sempre puntato, da anni, quando nessuno prendeva in considerazione l'idea. Finalmente ci hanno ascoltato."


Continua Draghetti “Il progetto e l’idea nasce da lontano. Già nel 2012 il Movimento 5 Stelle Cremasco aveva presentato un Progetto smart City, che doveva offrire un modello di sviluppo innovativo da replicare su scala territoriale, purtroppo rimasto nei cassetti dell’amministrazione comunale. Negli anni abbiamo in più casi richiesto un maggiore coinvolgimento dell’Università in progetti territoriali (es. ottimizzazione miobus, studio mobilità ecc…). Abbiamo, prima stimolato, ed ora sosteniamo convintamente e proattivamente il Comune e ACSU nell’obiettivo importantissimo di mantenere e rafforzare sul nostro territorio il Centro di Ricerca Operativa ed ora non possiamo che accogliere positivamente la notizia, appresa da fonti di stampa, della partecipazione al bando di rigenerazione urbana “Mipim 2020” che interesserà l’area dell’ex Pierina, candidandola a diventare un Campus Universitario Cittadino. Una bellissima notizia!

Da qui l'appello del Movimento 5 stelle Cremasco all’amministrazione ed a tutte le associazioni di categoria :

“Oggi più che mai serve creare massa critica e compatta. Non dobbiamo rimanere alla finestra e muoverci con convinzione e coesione territoriale per creare basi solide e far diventare il nostro territorio un catalizzatore di iniziative e poter così cogliere le opportunità che arriveranno dal Governo Nazionale.

Infatti con l’approvazione del nuovo piano dell’Innovazione 2025, il Governo sosterrà l’apertura di nuovi hub territoriali, favorendo così la contaminazione dei settori tradizionali del Made In Italy, come manifattura, moda, design, cosmesi, e alimentare con l’intelligenza artificiale, l’internet delle cose e le nuove tecnologie, come la Blockchain. Dobbiamo farci trovare pronti alla sfida ed iniziare a ragionare anche in termini infrastrutturali.


Ci sono inoltre molte iniziative del territorio che ben si incastrano con tali obiettivi. Progetto Crema 2020, creazione dell’hub dell’intermodalità, questa è un’opportunità per la sperimentazione di uno sharing allargato, una mobilità sostenibile.

L’eliminazione del sottopasso di S. Maria eliminerà l’ultima barriera che divide la città e darà nuova linfa all’area nord (andrà affrontato anche il tema della tangenzialina), con la possibilità di insediamento di nuove aziende innovative su materie al centro dell’agenda di governo, reso possibile solo con cabina di regia da parte del territorio, degli enti locali, delle associazioni di categoria e imprenditori per instaurare un “patto” per il futuro per la formazione dei giovani, la competitività delle aziende e per calamitare l’interesse di stakeholders internazionali.


Continua Degli Angeli “Mi sto facendo parte attiva verso i Ministeri, in particolare verso quello dell’Istruzione e dello Sviluppo Economico, per intercettare per tempo le opportunità evidenziate dalla strategia Nazionale, ed avere una visione su larga scala, anche sulle opportunità offerte dal nuovo Fondo Nazionale dell’Innovazione e da Invitalia.


E’ inoltre in corso una fattiva collaborazione con la Cabina di Regia della Presidenza del Consiglio per il Progetto Benessere Italia che coniuga perfettamente i temi fondamentali della nostra proposta: sostenibilità, etica, ricerca e innovazione. Lunedì 20 Gennaio avrò inoltre un incontro di approfondimento con il Ministro dell’Innovazione Paola Pisano."

Concludono Degli Angeli e Draghetti

“Il M5S Cremasco aprirà a breve una Call to Action pubblica ed organizzarà dei momenti di partecipazione per condividere il progetto di "Crema città dell'Innovazione", con tutti i cittadini che vogliano dare un contributo, studenti, ricercatori, esperti, professionisti, startup innovative ed aziende idee e progetti."

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com