ECO-COMPATTATORI: LA MAGGIORANZA PERDE UN'ALTRA OCCASIONE

Durante l’ultimo Consiglio comunale la maggioranza ha bocciato la mozione del M5S Cremasco per sperimentare anche a Crema l’iniziativa degli eco-compattatori. Questi macchinari per le bottiglie di plastica o lattine in alluminio non vanno certo a sostituire la raccolta differenziata a domicilio, ma hanno come obiettivo quello di educare al rispetto ambientale e a contribuire a tenere pulite strade e spazi comuni. In Provincia due esempi di questa iniziativa sono quelli nei Comuni di Soresina o Piadena: l’efficacia di queste apparecchiature ha convinto anche i più scettici, portando anche alla realizzazione di progetti legati alle scuole per l'educazione ambientale. In Crema esistono alcune aree in cui sovente vengono abbandonati rifiuti, magari prodotti alla consumazione in alcuni bar. Un esempio su tutti, Corte degli Archi in via IV Novembre. Perché il Comune non vuole sperimentare questo tipo di iniziativa in zone sensibili come quella citata, verificando se in questo modo vengono evitati comportamenti assolutamente incivili come quelli dell’abbandono di rifiuti? Questo sistema infatti prevede un piccolo sconto sugli acquisti effettuati presso gli esercizi commerciali convenzionati, proporzionale al numero di bottigliette di plastica o di altri rifiuti che si decide di far “ingoiare” all’eco-compattatore. La maggioranza del Consiglio comunale non solo ha bocciato questa proposta di buon senso e già attuata, con esiti positivi, in tanti Comuni del nostro Paese, ma risulta anche refrattaria ai temi della sensibilità ambientale e dell’educazione civica, legata al decoro urbano in città. Aveva questa opportunità, che ha rifiutato. Consigliamo pertanto al Sindaco di Crema Stefania Bonaldi e all’Assessore all’Ambiente Matteo Gramignoli di andare presso alcuni Comuni che hanno avviato questo progetto per notare quali sono gli effetti positivi derivanti da questo tipo di iniziativa. Lanciamo infine un appello, rivolto agli esercizi commerciali, alla grande distribuzione e alle associazioni che hanno a cuore l’ambiente ed il decoro urbano. Se l’Amministrazione si rifiuta di avviare un’iniziativa di questo tipo, siano essi a farlo: avrebbero visibilità e potrebbero essere i pionieri, nella nostra città, di un progetto tanto semplice, quanto importante.

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com