Eliminazione barriere architettoniche: basta con interventi estemporanei.

Dopo le sollecitazioni del M5S Crema, ora l’Amministrazione intende istituire un osservatorio delle barriere architettoniche. Lo scorso novembre, il M5S aveva incalzato il Comune attraverso un’interrogazione al fine di costituire questo organismo, considerandolo una preziosa occasione per elaborare, in forma condivisa, serie politiche volte a promuovere i diritti delle persone diversamente abili, primo fra tutti quello di muoversi in libertà e sicurezza.

Tuttavia, rileviamo che le politiche del Comune per favorire un'efficace inclusione dei soggetti portatori di disabilità sono ancora fortemente lacunose e frammentate, perlopiù dettata dall'esigenza di rincorrere continuamente le emergenze. Ad oggi, mancano logiche di priorità e di programmazione che vadano a definire un piano ordinato di azioni.

Muovendo da questa esigenza, il M5S Cremasco continua a sollecitare la definizione del Piano per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) rispetto al quale l'Amministrazione si è limitata all'assunzione di impegni molto generici e dilazionati nel tempo, sebbene tale strumento di programmazione, oltre ad essere obbligatorio per legge, sia stato previsto dal Piano Comunale per la Mobilità Sostenibile (PUMS) approvato nell'aprile del 2017.

Il M5S continuerà nella propria attività di sensibilizzazione nei confronti dell'Amministrazione, affinché gli interventi per l'eliminazione delle barriere architettoniche non siano più estemporanei, ma caratterizzati da organicità e secondo una visione omogenea. Anche in questo ambito, l’Amministrazione sta dimostrando di muoversi senza una visione strategica e un piano organico, mettendo nuovamente in risalto la propria totale improvvisazione.

Ufficio Stampa MoVimento 5 Stelle Cremasco

0 visualizzazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com