FORMIGONI GO HOME

Il Movimento 5 Stelle Cremasco appoggia e partecipa all'iniziativa promossa a livello Regionale dal Movimento 5 Stelle per richiedere le dimissioni del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

II MoVimento 5 Stelle della Lombardia si fa portavoce della richiesta di dimissioni immediate di Formigoni, per questa ragione organizza una manifestazione pubblica per il giorno 7 luglio 2012, dalle ore 17.00 a Milano in Largo Cairoli / Piazza Castello.

Le recenti notizie relative alle indagini a carico di Formigoni, a cui si aggiungono quelle a carico di  consiglieri e dirigenti regionali riportano gli attivisti del MoVimento 5 Stelle in piazza per rinnovare una richiesta già avanzata due anni fa.

Le ragioni della nostra richiesta

1. Formigoni risulta indagato per corruzione e finanziamento illecito ai partiti, in relazione ai rapporti equivoci con Daccò, accusato della bancarotta del San Raffaele e di aver sottratto oltre 70 milioni di euro alla fondazione Maugeri. Sulla barca di Daccò Formigoni ha trascorso le sue vacanze, prima negando con forza, poi tentennando e infine confermando (dopo aver consultato la sua agenda).

2. Formigoni è a capo del Consiglio Regionale più indagato della storia,12 su 80 consiglieri dei quali 2 ancora agli arresti, 4 facenti parte dell'ufficio di Presidenza e tanti funzionari e dirigenti. I reati più gettonati truffa e corruzioneUn Consiglio Regionale da commissariare.

3. Formigoni  era incandidabile in quanto al suo quarto mandato consecutivo, ottenuto anche grazie al complice silenzio del PDmenoELLE. Ricordiamo che la L. 165/2004 vieta più di due mandati consecutivi e che un giudice ha definito questa situazione "un'inquietante anomalia".

4. Anche il Consiglio di Stato ha giudicando la Giunta lombarda illegittima per il mancato rispetto dell'equilibrio tra i generi, in aperta violazione dello Statuto Regionale. Ciò evidenzia ancora una volta l'arroganza di chi si sente al di sopra della legge.

5. La candidatura di Formigoni è stata sostenuta da firme irregolari, salvate dall'intervento del decreto salvaliste. Il presidente della Provincia di Milano, insieme ad altri 15 funzionari, è accusato di aver certificato oltre 1000 firme false, quindi, sulle elezioni regionali del 2010 pesa un gravissimo dubbio, anzi una certezza, di illegittimità.

6. Sanità e scuola, un'eccellenza secondo Formigoni, secondo noi rappresentano la copertura di un flusso continuo di soldi pubblici da far transitare al privato, dopando il sistema e creando quelle aberrazioni che hanno portato a vari scandali tra i quali  San Raffaele e Fondazione Maugeri.

Formigoni tra l'altro non risulterebbe possedere neanche una casa: da una verifica del  2010 all'anagrafe del comune di Milano è risultato che il suo domicilio fosse un'abitazione in costruzione, disabitata, ma ben sorvegliata da guardie armate.

È il momento di dire basta! I cittadini lombardi non meritano questo, un ventennio di governo in cui Formigoni ha trattato la Lombardia come il suo feudo personale, piazzando i suoi uomini nelle posizioni chiave della sanità e negli altri luoghi di potere. Un ventennio che ha visto incancrenirsi rapporti equivoci con personaggi di dubbia fama. 

Il 7 luglio a Milano tra Piazza Castello e Largo Cairoli dalle ore 17.00, insieme a noi, la società civile, tanti ospiti e interventi. Informazioni dettagliate, volantini e le motivazioni per cui chiediamo le dimissioni di Formigoni sono reperibili sul sito  www.lombardia5stelle.org

0 visualizzazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com