La maggioranza non garantisce il numero legale

Dichiarazioni del portavoce comunale Manuel Draghetti:


Stasera, martedì 15 ottobre, è andato in scena per la seconda volta da quando sono Consigliere Comunale un fatto di forte gravità politica: la Commissione Bilancio, durante la quale si è discusso del Regolamento di Contabilità, si è svolta regolarmente solamente grazie alle minoranze. La maggioranza non garantiva il numero legale (12 quote) per l'avvio della seduta. Risultavano infatti presenti all'inizio della seduta: - il presidente della Commissione Gianantonio Rossi del "Partito Democratico" (8 quote) per la maggioranza; - la capogruppo della lista civica "Crema città della bellezza" Tiziana Stella (1 quota) per la maggioranza; - il sottoscritto capogruppo del M5S (1 quota) per la minoranza; - il consigliere comunale Andrea Bergami per il "Polo Civico" (3 quote) per la minoranza.

La maggioranza disponeva quindi di 9 quote sulle 12 necessarie a garantire il numero legale. Ho chiesto che venisse verbalizzato che, ancora una volta, la seduta di una delle Commissioni più importanti (la Bilancio) veniva regolarmente effettuata grazie alle minoranze consiliari, che non hanno assolutamente l'onere politico di garantire i numeri necessari. Durante la seduta sono poi arrivati la consigliera di "Forza Italia" Laura Zanibelli (3 quote) per la minoranza e il Consigliere Franco Lo Popolo della lista "Cittadini in Comune" (2 quote) per la maggioranza. Anche con l'arrivo di Lo Popolo la maggioranza non aveva comunque i numeri (11 quote su 12). Il ruolo di Consigliere comunale, soprattutto se di maggioranza, è serio e non va preso sottogamba. Purtroppo ancora una volta notiamo come la maggioranza che sostiene il governo cittadino non sia in grado di garantire, autonomamente, il regolare svolgimento delle Commissioni, anche quelle importanti.

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com