LIVELLI CONTRATTUALI DEGLI EDUCATORI: UN PROBLEMA CHE LA POLITICA DEVE RISOLVERE!

“In base alla documentazione acquisita agli atti, si desume che le mansioni svolte con continuità non corrispondono a quelle richiamate nel contratto di assunzione. L’articolo n. 47 del CCNL Cooperative Sociali 2022 riporta infatti tali mansioni al Livello D2 (ex 6°), e anche la Cooperativa ha riconosciuto a suo modo tale livello inserendo in busta paga un’apposita indennità.” Con queste poche righe l’Ispettorato nazionale del Lavoro ha chiarito una volta per tutte, nero su bianco, attraverso un proprio parere ottenuto da un interpello sindacale di USB, che molti degli operatori assunti dalle cooperative accreditate presso Comunità Sociale Cremasca non sono assunti con il corretto inquadramento. Un tema, questo, che il M5S Cremasco ha fatto emergere con forza nelle sedi politiche del Comune di Crema, in solitaria. Comunità Sociale Cremasca ha intenzione di pretendere il rispetto dei livelli contrattuali? L’Assessore Gennuso e il Sindaco di Crema Bonaldi cos'hanno intenzione di fare ora? Dopo essersi continuamente giustificati, a mo’ di Ponzio Pilato, di fronte alle continue sollecitazioni del M5S Cremasco e del suo Portavoce in Consiglio comunale Manuel Draghetti, riusciranno a prendere coscienza del problema e porre un rimedio politico, visto che anche sul piano amministrativo e della qualità del servizio vi è una conseguenza diretta?

Continueremo a tenere alta l’attenzione su questa tematica, fino a che verranno poste in essere tutte le iniziative per correggere una stortura che denunciamo da tempo e che tanti hanno fatto finta di non vedere.

2 visualizzazioni0 commenti