Mettere i sindaci al centro della sanità territoriale, coinvolgendo anche i cittadini

Il M5s presenta una mozione per mettere i sindaci al centro della sanità territoriale e per coinvolgere i cittadini. Degli Angeli (M5s Lombardia): “È necessario dare segnali forti. Mi auguro che tutti i comuni del cremasco possano farsi promotori di una maggior coesione territoriale”. Draghetti (Portavoce M5S Cremasco): “Stiamo portando in Consiglio comunale il tema della Sanità territoriale.”


“Nel dibattito inerente alla Legge 23 del 2015 sulla Sanità, i sindaci devono tornare ad avere un ruolo centrale e i cittadini devono iniziare ad essere coinvolti in modo più pratico e funzionale”. Sono le parole del consigliere regionale Marco Degli Angeli, nello spiegare la mozione promossa dal M5s Lombardia, e depositata a Crema dal Portavoce comunale Manuel Draghetti.

L’obiettivo, negli intenti, è quello di ampliare le funzioni degli enti locali nell’ambito della sanità regionale. E, soprattutto, è quello di porre al centro il cittadino, restituendogli una maggior partecipazione. La speranza, per il consigliere Degli Angeli, è che la mozione possa diventare un’azione condivisa e corale, al di là delle diversità politiche. “Si tratta infatti di un obiettivo pratico, al fine di dare compattezza al territorio e alle sue esigenze. Questa mozione - ribadisce Degli Angeli - vuole dare un segnale forte a regione Lombardia in previsione della riforma sulla legge 23 del 2015 della sanità: gli enti locali devono tronare ad essere coinvolti e a essere i protagonisti”.


La mozione depositata in consiglio comunale a Crema, dal Portavoce Draghetti, vuole dunque impegnare il consiglio comunale in due azioni precise: ad attivarsi affinché il ruolo del primo cittadino torni ad essere centrale in ambito sanitario. E a lavorare, in conformità di quanto previsto all’art. 10 del Regolamento di funzionamento delle assemblee dei sindaci del distretto e delle assemblee dei sindaci nell’ambito distrettuale, al fine di indire annualmente delle assemblee pubbliche all’interno delle quali la cittadinanza viene messa a conoscenza delle principali azioni intraprese dal presidio ospedaliero di competenza.


Un progetto ambizioso, sicuramente funzionale a creare una sanità più vicina al territorio e al cittadino. “Mi auguro - chiosa Degli Angeli - che il lavoro portato avanti a Crema possa essere d’ esempio a tutti i Comuni dell’area cremasca. Per questo motivo - conclude Degli Angeli - il mio invito a presentare la stessa mozione con i due impegni descritti, è rivolto a tutti i consiglieri comunali dell’Area Omogenea cremasca, affinché ogni giunta comunale e la politica tutta possa farsi promotrice di una maggiore coesione territoriale in ambito sanitario”.

Per Draghetti, “il M5S Cremasco è l’unica forza politica in Consiglio comunale a Crema che sta portando in Aula degli Ostaggi il tema della Sanità territoriale. Questa è già la terza mozione che protocolliamo a riguardo: siano discusse il prima possibile, appena dopo la pausa natalizia!”

10 visualizzazioni0 commenti