NUOVA CAVA A CREMA IN UNA POSIZIONE DELICATA DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE: RESPONSABILITA' DEL PD!

Piano cave a Cremona, martedì si vota in Consiglio regionale. Per Degli Angeli (M5S Lombardia) voto sfavorevole: “Piano vecchio di 10 anni". Draghetti (M5S): "PD e Sindaco di Crema colpevoli”.

Posizione negativa del M5S Lombardia, per il voto sulla questione piano cave che andrà in aula il prossimo martedì 16 marzo, in Consiglio regionale. Spiega Marco Degli Angeli, Consigliere pentastellato di Regione Lombardia: “Si tratta di un piano cave vecchio di 10 anni, che non tiene conto del calo della richiesta di materiale né considera l’effettivo fabbisogno per quanto concerne ghiaia e sabbia. Inoltre, le previsioni sono quelle di inserire una nuova cava nel territorio del comune di Crema, in una zona molto delicata sotto un profilo ambientale”. Il consigliere ha quindi ribadito la sua posizione contraria alla questione, e quindi al voto, sostenendo che “il territorio non può diventare una groviera. Bene - specifica Degli Angeli - che gli emendamenti presentati in commissione Ambiente dal MoVimento 5 Stelle siano stati accolti e che quindi la Giunta abbia implementato le misure di mitigazione e salvaguardia ambientale, ma al piano cave rimaniamo contrari”. Degli Angeli si è poi detto perplesso per quanto riguarda la posizione del Pd: “Stona questa doppia visione del Partito Democratico, che in Consiglio regionale si è detto contrario, ma che in Consiglio provinciale ha invece avvallato il progetto”. Le parole di Degli Angeli si inseriscono nel solco di quanto detto da Manuel Draghetti, Portavoce comunale del M5S a Crema: “Gli esponenti del Partito Democratico, in primis nella persona del Sindaco di Crema Stefania Bonaldi che è anche Consigliere provinciale, sembrano confusi. Mi chiedo infatti come mai, quando in Provincia di Cremona è stato deliberato il piano cave, molti esponenti del PD, come il sindaco Bonaldi, erano assenti ed altri, invece, hanno votato a favore. Inutile picchiare i pugni sul tavolo ed alzare la voce, come fatto dall'Assessore Cinzia Fontana in audizione, quando ormai i giochi sono fatti e non si è fatto nulla per bloccare questo piano quando si poteva farlo. Bonaldi e i Consiglieri provinciali in quota PD sono responsabili di una nuova ferita per il nostro territorio: avrebbero potuto bloccare l'approvazione in Provincia, ma non l'hanno fatto. Il loro doppio-giochismo è davvero insopportabile e denota un atteggiamento irresponsabile, attraverso il quale il PD della nostra Provincia si prende gioco dei cittadini Cremaschi e Cremonesi".

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti