SERVE CHIAREZZA POLITICA SULLE DICHIARAZIONI DI BOZZINI RIGUARDO A FBC

Ciò che è stato riportato, attraverso le parole del Segretario della onlus “Uniti per Cremona” Giovanni Bozzini, da alcuni organi di informazioni non può essere trascurato. La Fondazione Benefattori Cremaschi, secondo Bozzini, avrebbe utilizzato i 100.000 € donati dalla onlus per uno scopo differente da quello dichiarato e così, ora, Bozzini chiede che questi soldi vengano restituiti.

Non vogliamo certamente entrare nell’ambito di ciò che compete alla Magistratura, ma il fatto che tutto il CDA di Fondazione Benefattori Cremaschi sia di nomina politica e, in particolare, del Sindaco di Crema Stefania Bonaldi, impone che la Politica non possa rimanere inerte e ferma a guardare, di fronte a queste dichiarazioni.

Il Sindaco Bonaldi si assuma le proprie responsabilità e pretenda chiarezza totale su questa partita, da parte del CDA da lei nominato, in nome di quella trasparenza che più volte il M5S Cremasco ha ricordato al Sindaco, ma che, purtroppo, non sempre ha esercitato su altri capitoli riguardanti la Fondazione Benefattori Cremaschi, e non solo. Basti pensare a tutti i momenti di confronto istituzionale tra i vertici di FBC e i Capigruppo consiliari, durante i quali emergeva chiaramente il clima di non voler diffondere i dati illustrati in quelle sedi alla popolazione, per fare chiarezza, nonostante, secondo noi, debba essere dovere di un Sindaco pretendere questo.

Auspichiamo che, verso la fine del proprio mandato, il Sindaco Stefania Bonaldi abbia quel sussulto di trasparenza e coraggio che poco ha caratterizzato la sua azione politica fino ad ora. È suo dovere pretendere limpidezza riguardo le dichiarazioni di Bozzini nei confronti di FBC, verificando poi se sia il caso di rinnovare la fiducia che lei, solo lei, ha dato ai componenti del CDA di Fondazione.

13 visualizzazioni0 commenti