Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com

Successo di pubblico per il convegno sulle “Quote latte” tenutosi a Crema.

Venerdì sera si è svolto un incontro molto interessante e proficuo tra i portavoce del M5S, i cittadini e gli agricoltori, alla presenza di Emanuele Corradi, presidente di COPAGRI provincia di Cremona. Tema principale della serata è stata la gestione criminosa delle “quote latte” da parte della politica, spiegando perché, dati alla mano, le multe pagate all'Europa non erano dovute: il relatore della serata, il Senatore del M5S Luigi Gaetti, ha argomentato come non fosse possibile per gli allevatori produrre tutto il latte dichiarato, vale a dire che o una parte di questo latte è stato importato dall'estero e spacciato per italiano, commettendo una frode commerciale, oppure che non ci poteva essere una sovrapproduzione e pertanto le multe, che per l'annata 2014-2015 ammontano a €30.000.000, non erano dovute. È doveroso ricordare che tali multe hanno indotto la chiusura di diversi allevamenti ed in alcuni casi i conduttori si sono suicidati: basti pensare che, secondo Coldiretti, le aziende in Emila Romagna nel 1984 erano 16.000 con 380.000 mila capi, mentre nel 2015 erano 4.200 con 240.000 capi. In tutta questa vicenda, le responsabilità politiche di Zaia e Martina, rispettivamente ex ed attuale Ministro delle Politiche Agricole, sono evidenti.

Altri temi strettamente correlati sono stati affrontati da Danilo Toninelli, che ha parlato della battaglia del M5S contro i trattati internazionali come il CETA e il TTIP, dei problemi di accesso al credito per gli imprenditori e della lotta alle agromafie. Si è parlato anche delle innovazioni che intendiamo apportare per facilitare il lavoro degli imprenditori, come le misure per la sburocratizzazione, in particolare attraverso l’abrogazione di tutte le leggi inutili.

Un incontro estremamente positivo sotto tutti i punti di vista, con un notevole afflusso di cittadini, ma anche di agricoltori provenienti da Parma. Questo evento ci ha consentito di esporre le idee del M5S ad una categoria importante sia per la filiera produttiva sia per la qualità del “Made in Italy”, ma anche di ascoltare e fare tesoro delle sollecitazioni dei cittadini e degli agricoltori, per definire al meglio l’azione di governo da mettere in atto una volta alla guida del paese.


Ufficio Stampa MoVimento 5 Stelle Cremasco

0 visualizzazioni