Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com

La Storia

Un piccolo gruppo di ragazzi e ragazze del Cremasco che segue le iniziative di Beppe Grillo si ritrova durante l’Agosto del 2007 per organizzare il primo V-day “Onorevoli Wanted” a Crema in Piazza Garibaldi come Sezione Cremasca distaccata del MeetUp di Cremona. Quindi durante l’8 Settembre 2007 viene preparato un piccolo gazebo con tavolo per raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito” proposta da Beppe Grillo, la quale viene riassunta in 3 punti:

  1. No ai 25 parlamentari condannati in Parlamento – Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale;

  2. No ai parlamentari di professione da venti e trent'anni in Parlamento – Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente;

  3. No ai parlamentari scelti dai segretari di partito – I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta.

Spinti dall'entusiasmo della risposta dei cittadini cremaschi all'iniziativa, il 19 Settembre 2007 viene fondato il MeetUp di Crema, cioè il primo blog cremasco su internet per tutte le persone interessate alle tematiche proposte da Beppe Grillo. La prima uscita pubblica del gruppo avviene il 18 Gennaio del 2008, dove insieme al MeetUp di Cremona e al blog “Fuori Gioco” si organizza un incontro con Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, dove ovviamente si è voluto sensibilizzare i concittadini non solo sul tema della mafia in Italia, ma anche sulla precarietà della giustizia attuale. Il gruppo sostiene due successivi incontri tenuti a Crema, il 7 Maggio 2008 con Marco Travaglio e il 10 Maggio 2008 con Luigi De Magistris.

Il 25 Aprile si scende di nuovo in Piazza Garibaldi a Crema per il secondo V-Day di Beppe Grillo, per raccogliere firme per indire 3 quesiti referendari abrogativi:

  1. Abolizione dell’ordine dei giornalisti;

  2. Cancellazione dei contributi pubblici all'editoria;

  3. Eliminazione della legge Gasparri sul sistema radiotelevisivo.

Arrivato l’autunno il gruppo pone le basi per costituirsi come organizzazione di volontariato (Novembre 2008) ma nei mesi a seguire si è giunti alla formazione dell’ Associazione di Promozione Sociale “i Grilli di Crema”, iscritta alle liste provinciali di Cremona (Settembre 2009). Nel mese di Novembre 2009 l’associazione appena formatasi organizza un incontro culturale con il pubblico cremasco con Oliveiro Beha, noto giornalista e scrittore che ha illustrato il suo ultimo romanzo “Eros Terminal” e alcuni suoi precedenti saggi come “Italiopoli” e “I Nuovi Mostri”.

Nello stesso periodo Beppe Grillo costituisce il MoVimento 5 Stelle, portando molti simpatizzanti di ad una partecipazione più attiva alla vita politica del proprio territorio. Così, fin dai primi, mesi del 2010 il gruppo, che nel frattempo è aumentato nel numero di iscritti, sostiene a livello individuale il MoVimento 5 Stelle (durante l’iscrizione alle liste regionali e nella campagna elettorale), mentre l’associazione segue alcune tematiche soffermandosi sugli aspetti socio culturale, come ad esempio promuovendo i 3 quesiti referendari sull’acqua (impegnandosi a raccogliere le firme necessarie nelle piazze del cremasco). A settembre con la Woodstock di Beppe Grillo è nata l’esigenza di alcuni ragazzi iscritti al MeetUp di Crema di formare una sezione locale dello stesso MoVimento 5 Stelle impegnandosi attivamente sull'aspetto prettamente politico del proprio territorio.

Il Presente

Siamo dei comuni cittadini di ogni età e professione uniti da una passione: il bene comune.

Pensiamo che la classe politica sia stata inefficace a gestire il nostro presente e che abbia portato l’Italia sempre più verso l’orlo del baratro, di cui stiamo già vedendo i sintomi tra cui la grave carenza di lavoro, l’aumento dell’iniquità sociale (pochi grandi ricchi, sempre più poveri) e l’aumento del debito pubblico, senza dimostrare alcuna intenzione di far fronte alle inefficienze, quando non ruberie, che pesano sulla spesa pubblica. Questa classe politica ha ridotto la qualità della nostra vita costringendo i giovani migliori ad emigrare seguendo la sorte delle nostre migliori aziende che già hanno de-localizzato all’estero per sopravvivere. Senza contare che nella prima pagina dell’agenda politica dei nostri “rappresentanti” non abbiamo mai vista la parola Ambiente, tema per noi imprescindibile.

Siamo quindi estremamente preoccupati per il nostro futuro e per quello delle successive generazioni, i nostri e vostri figli e nipoti.

Consideriamo che i tradizionali partiti politici non hanno saputo dare una risposta alle esigenze italiane poiché la loro politica è diventata quasi solo affarismo ove vi circolano troppi soldi e le forze migliori del paese ne stanno e ne vengono tenute fuori. Ne è dimostrazione l’astensionismo sempre più elevato.

Abbiamo deciso quindi di “scendere in campo”, di metterci la faccia per il futuro dell’Italia, dedicando parte del nostro tempo per cambiare il nostro Paese, partendo dal Cremasco, il territorio che conosciamo meglio, ma senza trascurare temi nazionali.

Ci siamo organizzati in gruppi spontanei e ci riconosciamo nel programma del MoVimento 5 Stelle e dal lavoro di tanti meetup in tutta Italia.

Intendiamo partecipare alla vita politica del nostro paese secondo quanto disegnato dalla Costituzione senza ricevere finanziamenti pubblici (abrogati da un referendum del 1993) e ora mascherati da rimborsi elettorali, ma solo donazioni spontanee ed autotassazione, limitando i compensi dei nostri rappresentanti politici ed il numero di rielezioni per stessa persona a massimo due mandati. Noi intendiamo la politica come servizio civile, per passione e per dovere civico. Non aspiriamo alla politica per professione!

Tutte le nostre discussioni sono fatte alla luce del sole, su questo blog o negli incontri a cui chiunque può partecipare. Le decisioni vengono prese a maggioranza, dove anche le idee dell’ultimo amico arrivato contano come quello di chi è nel MoVimento da molto più tempo.

Elezioni

Il MoVimento 5 Stelle Cremasco ha aperto un tavolo di lavoro per la creazione della lista civica Crema 5 Stelle per le elezioni comunali del 2012. Questo progetto ci ha permesso di posizionarci all’interno dell’amministrazione comunale al fine di rendere pubbliche tutte le azioni che avvengono durante il governo della città, in modo che ci sia la massima chiarezza e trasparenza nei confronti dei cittadini. Molti sono gli argomenti che la lista civica ha portato e porterà avanti, a cominciare dalle 5 stelle del MoVimento cioè ambiente, acqua, sviluppo, connettività e trasporti.

Ove possibile, il MoVimento 5 Stelle proporrà la creazione di liste civiche a Cinque Stelle anche negli altri comune del cremasco.

Abbiamo partecipato alle elezioni amministrative di Crema 2012 e abbiamo portato in Consiglio Comunale due portavoce onesti e competenti: Alessandro Boldi e Christian di Feo.

Abbiamo acceso il faro in Consiglio Comunale su diverse questioni presenti nel nostro programma, ottenendo a volte anche dei risultati, nonostante fossimo rappresentati da soli 2 consiglieri su 24.

Dopo le elezioni politiche del 2013, dove il M5S ha avuto un consenso vastissimo, il gruppo ha aumentato le adesioni, la voglia di far progredire un progetto e la passione ha avuto una crescita esponenziale! In questa occasione è stato eletto il nostro attivista Danilo Toninelli alla Camera dei Deputati.

Nel 2017 abbiamo partecipato alle elezioni comunali di Crema, candidando Carlo Cattaneo. Purtroppo, per via di una legge che favorisce le coalizioni, abbiamo portato nel nuovo Consiglio Comunale un solo rappresentante. Ciò non ci scoraggia, ma, anzi, ci farà proseguire più determinati che mai, cercando di coinvolgere sempre più cremaschi nel nostro grande progetto.

A seguito di impegni personali, Carlo si è dimesso ed è stato sostituito dal giovane e competente Manuel Draghetti.

In occasione delle Politiche del marzo 2018 è stato riconfermato Danilo Toninelli (questa volta al Senato della Repubblica) divenuto successivamente Ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Le regionali, svoltasi lo stesso giorno, hanno decretato anche l’elezione del nostro attivista Marco Degli Angeli.