Convegno “Vaccini, quale verità?”: la posizione del M5S in parlamento


L’incontro “Vaccini, quale verità?”, organizzato dal M5S Cremasco e svoltosi sabato 18 novembre, ha offerto alla cittadinanza un importante momento di informazione e di confronto sul tema delle politiche vaccinali. Scopo dell’iniziativa è stato quello di fornire un approfondimento sul tanto dibattuto e spesso strumentalizzato argomento dei vaccini che, nei mesi scorsi, a causa del dilettantismo e dell’approssimazione comunicativa del Ministro della Salute e delle forzature governative, ha disorientato ed allarmato molti genitori.

Essendo la salute dei cittadini di fondamentale importanza, noi riteniamo che non dovrebbe mai essere strumento di propaganda politica o polemica; le istituzioni anziché creare spaccature, dovrebbero guidare i cittadini e mettere in atto scelte responsabili.

Durante la conferenza, la senatrice Elena Fattori, co-firmataria del DDL “Taverna” (DL 2842: Disposizioni per l'armonizzazione delle coperture vaccinali sul territorio nazionale), ha spiegato nel dettaglio il disegno di legge presentato in Senato dal M5S.

Il suddetto DDL, che bene riassume la nostra posizione sul tema, ha un duplice scopo: ­voler armonizzare le attività sanitarie sul territorio nazionale garantendone l’equità e la parità di accesso da parte di tutti i cittadini, promuovendo l'incremento della copertura vaccinale sul territorio, in quanto unica azione efficace per la prevenzione e tutelare l'esercizio cosciente della libera scelta dei cittadini, nell'interesse della salute collettiva.

Questo approccio, modellato sulla "immunization policy" dei paesi Scandinavi e di 47 stati USA su 50, si basa sul coinvolgimento attivo e responsabile della popolazione ed ha un valore aggiunto: quello di creare un patrimonio di fiducia reciproca tra cittadini ed istituzioni, che poi potrà essere applicato in qualsiasi altra politica di prevenzione sanitaria (alimentazione, allattamento, attività fisica, ecc.).

Questa posizione, pur basandosi su una modalità “persuasiva”, include clausole di salvaguardia che, in caso di emergenze epidemiche o di cadute della copertura vaccinale sotto le soglie che garantiscono l'immunità di gregge, introducono misure coercitive.

Sono intervenuti anche Marcello Pinti, professore associato di patologia generale ed immunologo presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e Guido Silvestri, professore del dipartimento di medicina e malattie infettive presso la Emory University di Atlanta, Georgia, USA.

I due relatori hanno trattato l’argomento vaccini dal punto di vista medico/scientifico, evidenziando come l’informazione sia faro e strumento fondamentale per stabilire una strategia di prevenzione veramente efficace.

Il M5S auspica che, per un tema così importante per il bene dei cittadini, si possa giungere ad una discussione seria e consapevole tra tutte le forze politiche italiane, al fine di sviluppare la miglior "immunization policy" per il nostro paese.

0 visualizzazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com