Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com

LA PROSPETTIVA DI SVILUPPO DEL CREMASCO

Dichiarazioni del Portavoce Comunale Manuel Draghetti:


"Nei giorni scorsi, si è svolto un dibattito organizzato dal Sindaco di Crema e dal Sindaco di Casale Cremasco che ha riguardato il ruolo dei Sindaci all’interno delle rispettive Comunità locali e la necessità di rilanciare il territorio Cremasco nel suo insieme. Pur non avendo potuto partecipare all’incontro per ragioni legate ad impegni lavorativi, desidero anch’io intervenire su questi argomenti, la cui incidenza è tale da superare il momento presente per aprirsi verso scenari molto più ampi. Il Movimento 5 Stelle Cremasco, di cui sono Portavoce presso il Consiglio Comunale di Crema, ha da sempre sostenuto che il rilancio del territorio passa necessariamente attraverso una rivitalizzazione all’Area Omogenea Cremasca, quale Soggetto politico capace di interloquire con i livelli “più alti” di governo, segnatamente con la Provincia e con la Regione. Ciò significa, però, che tale “organismo” debba acquisire una maggiore capacità di armonizzare, in una prospettiva di più ampio respiro, valori, bisogni ed interessi presenti nelle varie Comunità, evitando egoismi e particolarismi che finiscono inevitabilmente per indebolire i Comuni di minore ampiezza demografica. E’ evidente che, in tale prospettiva, un ruolo fondamentale debba essere giocato dal Comune di Crema, nella sua veste di realtà politico - amministrativa più significativa. I temi su cui confrontarsi non mancano: si va dalla necessità di rendere più sicura la rete ferroviaria, all’esigenza di rendere più fruibile il sistema viario nel suo insieme, all’impegno di rendere più competitivo il sistema delle imprese. Le prospettive di sviluppo si possono disegnare partendo da una strategia e da obiettivi a medio e lungo periodo, così da ridisegnare il ruolo che deve avere il nostro territorio nella scala competitiva provinciale e regionale. Quale connotazione e quale “brand” vuole darsi? Non è più tempo di guardarsi allo specchio. L’auspicio è, dunque, quello che prevalgano, fra Soggetti istituzionali e forze politiche, il confronto e la discussione, anche serrati e aspri, in modo offrire al territorio cremasco una prospettiva di sviluppo."