CREMA, I PROBLEMI DI VIA COLOMBO NON CI SAREBBERO STATI CON I REFERUNDUM CITTADINI

L'incontro di ieri in Via Colombo dimostra come i nostri politici locali non dialogano con i cittadini e decidono disinteressandosi del loro benessere.

E' accaduto ancora una volta, stavolta in Via Colombo.

In Consiglio Comunale siedono le stesse forze politiche che hanno assegnato i posti di dirigenti in SCS, eppure, come al solito, una accusa l'altra in un inutile alterco nel quale la soluzione non si trova mai e ad uscirne sconfitti sono sempre i cittadini.

Se questi signori della politica locale, nessuno escluso, avessero mesi fa votato la proposta del Movimento 5 Stelle di introdurre nello Statuto Comunale i Referenudum Cittadini, ecco che si sarebbe trovata una soluzione alla problematica giustissima dei residenti di Via Colombo.

I cittadini avrebbero potuto dialogare sullo stesso piano con i loro amministratori ed avvalersi, in caso di necessità, dello strumento del Referendum, per imporre al Consiglio la soluzione da prendere.

Invece no! La solita oligarchia che si tiene stretto il potere anche stavolta non è stata in grado di decidere e di fare alcunché.

"Ci mettiamo in scia ai residenti di Via Colombo per chiedere ai big della politica locale, presenti in Consiglio da anni se non da decenni, di trovare una soluzione a questo problema" dichiara Danilo Toninelli, portavoce del locale Movimento.

0 visualizzazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi post del Blog

  • output-onlinepngtools (1)

© 2019 by Christian di Feo. Proudly created with Wix.com