M5S per la pace, negoziati e aiuti a famiglie

M5S per la pace, negoziati e aiuti a famiglie. "Fermiamo la furia bellica di PD, Lega, FI e FdI, i partiti delle armi. 700 milioni per l'Ucraina e solo 5 per le Marche. È questa la ricetta di Guerini?"

È sempre più evidente la politica guerrafondaia del partito unico delle armi sostenuto dal fronte che va dal PD a Fratelli d'Italia passando per la Lega.Il ministro della guerra Lorenzo Guerini, con il benestare di Draghi, sebbene a fine mandato, passa i suoi giorni a strappare impegni per una sempre maggiore spesa militare, a discapito di altre spese più importanti per in nostri cittadini in difficoltà. Ci siamo opposti all'incremento delle spese militari al 2% del PIL. Quasi 14 miliardi che sarebbero stati spesi in mitra e razzi e che sarebbero stati sottratti a scuola e sanità. I miliardi vanno investiti per aiutare famiglie e imprese e per affrontare l’emergenza che stiamo vivendo: Guerini si è accorto del rincaro vertiginoso di bollette, della benzina e dei beni di prima necessità? Oppure se ne disinteressa e fa interessi altrui? Ecco di cosa il M5S vuole occuparsi: i nostri sforzi sono tutti diretti verso un negoziato di pace, verso accordi diplomatici, creando le condizioni per abbattere quel muro di inerzia nei confronti della Nato e di Biden. L'Italia, come prevede l'articolo 11 della Costituzione italiana, rifiuta la guerra “come strumento di offesa” o "come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali". Guerini, che oggi sarà a Cremona in occasione della campagna elettorale, ad oggi è riuscito solo a pensare all’aumento delle spese militari. Cosa dirà su questo? La bozza del decreto-legge "aiuti ter", all'esame del Consiglio dei Ministri, prevede un nuovo impegno per il 2022 fino a 700 milioni per l'Ucraina mentre per la popolazione delle Marche verranno stanziati 5 milioni di euro e in busta paga dei cittadini arriveranno 6 euro di aiuto al mese. È questo il modo in cui il maggiore partito bellicista italiano, di cui Guerini è esponente, pensa di aiutare gli italiani in difficoltà?

Manuel Draghetti, Matteo Della Noce, Paola Tacchini,

candidati del M5S alle elezioni politiche del 25 settembre per la Provincia di Cremona

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti