SUBITO 1,5 MILIONI SU PIANO STRAORDINARIO PER LA MANUTENZIONE STRADALE

Le buche stradali, da sempre, costituiscono un eccellente argomento da campagna elettorale, per prendere o rubare voti. Spesso molte maggioranze uscenti utilizzano l’asfalto elettorale per mostrare ai cittadini negli ultimi mesi di mandato quanto si è stati bravi nella cura dei Quartieri, magari dimenticati i 4 anni e mezzo prima. Contemporaneamente le minoranze accusano chi governa di non fare mai abbastanza, segnalando e mettendo in evidenza tutto ciò che non viene fatto, per convincere i cittadini che chi è al governo della città non abbia sufficiente interesse nella cura dell’esistente. Questa dinamica fa parte del gioco delle parti, più volte rievocato dalla Giunta Bonaldi in Consiglio comunale e dai consiglieri che la sostengono.

Ora siamo tuttavia giunti ad un livello oltre l'umano sopportabile. Non si tratta di gioco delle parti, ma si tratta di considerazioni di Cittadini, che si rendono conto di quanto sia difficile percorrere le strade, anche importanti, di Crema. In via Visconti, accanto al concessionario automobilistico Ford, la strada è talmente scrostata e con buche enormi che parrebbe quasi sia volontà della Giunta mantenere quel livello di incuria come dissuasore di velocità naturale. Non è possibile percorrere quel tratto di strada oltre 30 km/h, a meno di volerci rimettere l'auto. Per non parlare del rischio per i conducenti di moto e motorini.

Nell’ultimo tratto di via Enrico Martini, nonostante le diverse sollecitazioni del nostro Portavoce in Consiglio comunale Manuel Draghetti, la strada è difficilmente individuabile dal numero di crateri esistenti.

Così in quasi tutti i Quartieri cittadini, ricordati da questi Amministratori solo negli ultimi, pochi mesi dalla campagna elettorali. Segnalazioni che puntualmente riportiamo nelle nostre interpellanze del progetto, targato M5S, “Le Sentinelle dei Quartieri”, ma rispetto alle quali riceviamo continuamente risposte vaghe, declinate al futuro, senza indicazioni precise o, se vi sono, che vengono puntualmente disattese nelle tempistiche.